Norwegian wood – Haruki Murakami

Appunto, opzionale, non lo metto.

Ieri sera stavo pensando che proprio non sapevo cosa pensare, poi di notte ho pensato, dopo aver avuto una misera conferma nemmeno necessaria, che un po’ mi fa schifo.
Non che sia brutto il libro, ma che a tutto c’è un limite, anche alla mia sopportazione di sconcerie. Prendiamo Midori, benissimo, è un personaggio di un libro e tutto le è concesso ma all’autore gli concedo un po’ meno.
E’ come quella questione delle donne nude in copertina. A me fa un po’ pensare. Penso che non mi piace trovarmi una donna nuda o mezza nuda in copertina anche se non è per niente volgare.
Ecco la parola che cercavo è “volgare”. Non è un libro volgare e nemmeno osceno, per me una persona volgare è la cassiera del supermercato che al momento di dirti il prezzo mi molla un rutto in faccia e si scusa dicendo “cazzo scusa”, mentre osceno sarei io che vado in giro in perizoma per il paese, o in baretto a bermi un caffè. Non è così… è più… le vetrine di Amsterdam.
E’ tutto in mostra. Nessuno tiene niente per se, non ci sono segreti e se ci sono vengono svelati dopo un po’, qualsiasi parte dei tizi di questo libro è a disposizione di chi passa. Non che ci sia gran che da prendere eh… siamo abbastanza terra terra con tutto qua dentro.
Mi sento abbastanza preso per il culo a leggere libri così, l’ho letto con attenzione anche ma non ci ho trovato niente di così eclatante, qualcuno venga in mio soccorso e mi faccia aprire gli occhi.
Ah forse è per la grande diversità tra cervello occidentale e cervello orientale. Che sembrara tutto dipinto con le nuvole. Ma appunto sembrava… a me è sembrata la classica maniera gentile di dire stronzo a uno. Forse è epr questo che avevo smesso con la Yoshimoto… mmm direi di si.
C’è l’avevo a casa da due anni e 4 mesi.
Non ho altro da dire.
Farei una battuta su qualcosa ma che cacchio mi metto a fare battute che le uniche cose che mi vengono in mente sono che si sono suicidati in 3 sicuri e di un altro azzardo che ci ha almeno provato e gran parte del resto era un festino e neanche tanto ubriacozzo.
Mbah…

Annunci

2 pensieri su “Norwegian wood – Haruki Murakami

  1. ahahah!
    ha fatto schifo anche a me!
    non contento il mio ragazzo me ne ha mollato un altro da leggere di questo autore.. la ragazza dello sputnik.
    beh non ce l’ho fatta.
    Per quanto la lettura sia scorrevole e semplice i contenuti mi stomacano proprio…
    stesse lesbicone, stesso sesso senza sesso.
    Forse dipende da quello che il lettore sta cercando.
    O forse solo non lo capisco, non è nelle mie corde, ma mi ha fatto schifo e mi sta anche un po’ antipatico.
    Ma qualcosa glielo devo, per lo meno mi suscita delle emozioni, che, anche se negative, altri libri non riescono a fare 🙂

    • sono d’accordo, un sacco di cose meglio di un libro insipido. più che altro mi ha dato fastidio il fatto che un sacco di persone lo trovano speciale, io non ho trovato niente di così speciale, mi ha fatto freddo dall’inizio alla fine…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...